Ti sei mai svegliato nel cuore della notte paralizzato? Non sei solo…

By on 4-04-2015

sleep_paralysis_by_nile_can_too-d4k0xav

 

A quanti di voi è capitato a un certo punto di svegliarsi e non riuscire a muoversi o a parlare? Se ti è successo, non sei solo.

La definizione classica di questo fenomeno è paralisi notturna. Può durare per pochi secondi, diversi momenti, oppure occasionalmente più a lungo e solitamente accade poco prima di addormentarsi o di svegliarsi. Molte persone raccontano di sentire una “presenza” spesso descritta come malevola, spaventosa, o diabolica, e sperimentano un tremendo senso di terrore.

La presenza viene spesso vista, percepita, e anche sentita. La gente racconta anche di esperienze uniche come la sensazione di fluttuare o di uscire dal corpo. Credono che il fenomeno sia estremamente spirituale.

La medicina moderna definisce queste esperienze come allucinazioni ipnopompiche e ipnagogiche, che è solitamente la spiegazione con cui la convenzione moderna vede l’esperienza spirituale cioè combinata con idee mediche che classificano la spiritualità come una patologia psichica. Viene ben compreso che la paralisi è legata a meccanismi psicologici del cervello. Quello che non è ben compreso sono le strane esperienze individuali che avvengono durante la paralisi.

La discussione sull’esperienza spirituale come fenomeno bizzarro e complesso, così poco conosciuto, scoraggia ogni approfondimento nella società moderna.

Quando iniziai il college e l’Università ero molto interessato alle credenze della gente comune, specialmente quelle che venivano considerate assurde nel mondo accademico. L’Università generalmente considera le esperienze spirituali in quel modo. Per lo stesso motivo mi interessavo contemporaneamente alla medicina alternativa. Fin da subito mi convinsi che la gente comune era più intelligente, più sensibile di quanto le fosse dato credito dagli studenti, e quelle tradizioni o credenze ampiamente diffuse e profondamente radicate probabilmente avevano basi più razionali, e si erano costruite su più osservazioni delle teorie che mi venivano propinate a scuola. Non potevo accettare che tutte le credenze della gente che non rientravano nella visione accademica fossero assurde. Ebbi l’impressione che il mondo accademico fosse un po’ limitato e che la gente ordinaria potesse offrire qualcosa (sulla paralisi notturna) attraverso le loro esperienze e credenze. Ci sono credenze basate sull’esperienza che sono state screditate in quanto superstizioni che richiedono maggiori ricerche. Sono esperienze che ritroviamo nelle tradizioni spirituali di tutto il mondo. Nel mondo occidentale, almeno nell’ultimo centinaio di anni, questi fenomeni sono stati spiegati sulla base delle psicopatologie. Quindi la scoperta che sono esperienze comuni a tantissime persone normali che non presentano nessun disturbo ha una tremenda importanza per la medicina. Questo fenomeno non è nuovo, abbiamo cancellato la conoscenza di queste esperienze dal repertorio culturale (Dr David J Hufford, Ph.D, Professore Emerito, Penn State Medical School).

Proprio prima di iniziare, quasi tutti gli approcci scientifici al fenomeno della paralisi notturna assumono che le esperienze da cui dipendono sono allucinazioni. Piuttosto che originarsi da un punto di partenza di completa neutralità, molti studi eliminano automaticamente qualsiasi idea che possa esistere qualche realtà dietro alle “allucinazioni”. Solo perché sono state misurate reazioni chimiche e biologiche durante la paralisi notturna non significa che esista un nesso di causalità tra le due cose. Ci sono altri aspetti da prendere in considerazione: la fisica quantistica ci mostra mondi nascosti all’interno del nostro mondo che non siamo in grado di percepire facilmente. Questo è certamente un aspetto non fisico di una scienza che stiamo solo iniziando a realizzare.

La scienza che oggi comincia a studiare i fenomeni non fisici, farà molti più progressi di quanti ne siano stati fatti nei secoli precedenti – Nikola Tesla

Esperienza spirituale

Gli studenti moderni hanno trovato la spiritualità e lo spirito difficili da definire e, come detto prima, solitamente incontrano queste materie all’interno di un cerchio del ridicolo rispetto alla comunità scientifica. Molti leggendo questo articolo probabilmente hanno una buona idea dei significati che sono inglobati sotto i termini “spirito” e “spiritualità”. Idee che includono esperienze fuori dal corpo, visite di entità di altri mondi vicine all’esperienza della morte, vibrazione, frequenza e molto altro.

E’ importante rendersi conto che molte esperienze della gente col mondo “spirituale” accadono quando la persona è pienamente cosciente, sveglia e allerta, e non durante quella che viene definita dai ricercatori del sonno come paralisi notturna. E’ molto probabile che il loro livello di comprensione scientifica non sia sufficientemente avanzato per spiegare certi fenomeni, quindi vengono raggruppati nella categoria delle allucinazioni quando in realtà si tratta di fenomeni che non siamo ancora in grado di comprendere e spiegare attraverso metodi scientifici.

Allo stesso tempo, alcuni dei fenomeni descritti che si presentano nella paralisi notturna potrebbero essere allucinazioni. Ma non credo che sia questo il caso. Sono molto aperto all’idea che ciò che accade durante la paralisi notturna sia infatti connesso alla vera natura della realtà che noi ancora non capiamo completamente. Il punto è che non possiamo ancora darlo per certo, e per la comunità scientifica assumerle ed etichettarle secondo la definizione di allucinazioni e come invenzioni della mente è limitativo.

Evidenze scientifiche di fenomeni fuori dal corpo non sono frequenti, ma è dura quando la maggior parte delle informazioni è censurata. Mi riferisco alle scoperte classificate top secret per motivi di sicurezza nazionale. Come ad esempio gli esperimenti di visione remota che hanno coinvolto l’intelligence e la Stanford University.

E’ interessante che esistano anche scienziati e ricerche ufficiali che danno credibilità a questi fenomeni. Ed è ancora più interessante il fatto che siano nelle mani dell’intelligence, estremamente classificati e nascosti, proprio come gli esperimenti condotti alla Stanford University. A proposito delle varie allucinazioni associate alla paralisi notturna, le uscite fuori dal corpo e le sensazioni motorie vestibolari rappresentano fattori distinti. La visione remota è l’abilità individuale di descrizione di una località geografica remota distante migliaia di kilometri. Questo fenomeno è stato dimostrato più volte e immediatamente dopo la sua pubblicazione il programma è stato demolito dal dipartimento della difesa.

Abbiamo diversi tipi di fenomeni che potrebbero essere inglobati nella “spiritualità”. Dopotutto chi siamo noi per dire che le esperienze occorse durante la paralisi notturna non sono fenomeni reali? A volte idee e concetti possono rappresentare una minaccia al potere, al controllo e alla generale percezione che ha l’umanità come essere collettivo. Se cambi il modo di guardare le cose, le cose cambiano. Se il mondo cambiasse il modo di guardare questi fenomeni, sicuramente si contribuirebbe ad uno dei più grandi cambiamenti di paradigma che il pianeta abbia mai visto, ed è esattamente ciò che sta continuando a rivelarsi nel pianeta Terra oggi.

Ridicolizzare questi fenomeni è una forma di controllo sociale. Studenti accademici ed elitè intellettuali in generale costantemente descrivono queste cose come indicatori di insanità mentale, come considerazioni primitive e il prodotto di una mancanza di educazione. Questi concetti negli studi antropologici e storici sono considerati un prodotto dell’immaginazione.

La mia esperienza con la paralisi notturna

Quand’ero bambino, ricordo di aver avuto una serie di sogni lucidi. Sembrano così reali che mi sentivo al 100% cosciente durante il sogno. Ero in grado di fare qualsiasi cosa desiderassi. La mia prima esperienza di paralisi notturna non accadde finchè non fui un po’ più grande. La prima volta che accadde ricordo che fui svegliato improvvisamente da un colpo forte, un intenso flash di luce (sebbene i miei occhi fossero chiusi) e dal suono di un campanello nelle orecchie. Potevo aprire gli occhi, ma non potevo muovermi. Era come se il mio cervello fosse sveglio ma il mio corpo stesse dormendo. Ero terrorizzato e la ragione per cui non aprii gli occhi fu che sentivo la presenza di due esseri sul lato sinistro, e altri due sul lato destro che non volevo vedere. Forse c’erano o forse no, non lo so, forse stavo sognando o forse no.

Tieni a mente che esperienze come questa accadono a persone perfettamente coscienti, che stanno guidando, che fanno le loro azioni quotidiane lontano dal sonno. Molta gente ha esperienze totalmente coscienti con fenomeni che vanno oltre la nostra comprensione e non sono paralizzati né addormentati. Ho avuto pure bizzarre esperienze coscienti lontane dal sonno che potrebbero contribuire al pregiudizio sulle mie esperienze riguardo la paralisi notturna come semplice allucinazione. Questa particolare esperienza che ebbi durante il sonno durò circa 5 minuti direi, fino a che non ripresi totale coscienza.

In un altro caso, mi svegliai nel cuore della notte. Aprii gli occhi ed ebbi piena consapevolezza di ciò che mi circondava. Ero nella mia stanza d’albergo, potevo vedere la TV, potevo vedere la lampada nell’angolo così come la sedia. Non potevo girare la testa ma potevo guardami attorno. Sebbene sentissi gli occhi pesanti, potevo aprirli. Non potevo muovermi ed ero abbastanza spaventato. Ricordo di aver pensato “non di nuovo, perché succede questo a me” e vidi un’ombra scura venire dalla finestra, sembrava alta 5 metri, ero sul lato sinistro del letto e la finestra si trovava sull’angolo destro della stanza. Attraversò la stanza, attraversò i piedi del letto dal lato sinistro della mia testa. Avvicinò la bocca alle mie orecchie e cominciò a bisbigliare velocemente. Non potevo capire cosa diceva, ma bisbigliava in modo estremamente veloce.

Ebbi qualche altra esperienza dopo queste, e quando mi risvegliavo ero abbastanza spaventato, ma iniziai a desiderarne ancora perché mi resi conto che sebbene non potessi muovermi la mia coscienza era ancora lì. Ero ancora sveglio, allerta e in grado di percepire l’ambiente intorno a me. La volta che mi sarebbe accaduto di nuovo, assicurai a me stesso che non avrei reagito con la paura ma avrei abbracciato l’esperienza e giocato con essa, esplorato e usato questo stato di coscienza per scoprire di più su un potenziale mondo che non possiamo sperimentare, ma in realtà possiamo. La volta successiva ricordai a me stesso di mantenere la calma, divertirmi e stare a guardare cosa succedeva. Stavolta in realtà volevo comunicare con qualsiasi cosa percepissi o fosse presente. Quando lo feci, non si presentò nessuno. Non potevo muovermi e non tentai di scuotermi. Provai a fluttuare fuori dal corpo e fu fantastico. Uscii pienamente dal corpo ma non andai molto lontano, un metro circa. Provai ad andare oltre ma fu come se fossi attaccato al corpo. Quella fu un’esperienza davvero eccezionale, sfortunatamente appena decisi di non aver paura e continuare a giocare, l’esperienza finì. E non si è più ripetuta.

Questo genere di fenomeno è molto intrigante, e nessuno, inclusi ricercatori del mondo scientifico screditerebbe l’esperienza, una volta sperimentato la paralisi notturna, come completamente falsa. La comunità scientifica sarebbe più sicura in una posizione di neutralità, piuttosto che definire un fenomeno come falso senza alcuna evidenza che dimostri che lo è. Non devono ridicolizzarlo. Mi auguro di aver fornito abbastanza informazioni in questo articolo, come pure fonti e risorse da approfondire se interessati.

Fonte: http://worldtruth.tv/have-you-ever-woken-up-in-the-middle-of-night-paralyzed-youre-not-alone/

 

………………

Vuoi iniziare anche tu un percorso di cambiamento e di risveglio? Vuoi scoprire tutte le bugie ed illusioni che ti stanno nascondendo e non ti permettono ancora di vivere una vita sana e felice? Guarda il VIDEO LIBRO GRATUITO più scaricato del web

saltoquantico Daniele Penna

Finalmente il Primo Master completo di PNL gratuito online

<

Guarda questo video, rifletti e dagli massima condivisione... la gente deve sapere!

............................

Hai già visto il Video Corso Gratuito Completo sulla Legge d'Attrazione, con meditazione finale per invio dell'intenzione?

Dopo il corso guarda anche quest'altro video che dà maggiori dettagli

In questa sezione riportiamo una serie di libri consigliati per la propria crescita personale. Cliccandoci potrai acquistarli direttamente ai prezzi migliori del web.

Risveglio, Fisica Quantistica, Legge d'Attrazione

 

PNL Programmazione Neuro Linguistica

 

Denaro e Mentalità Finanziaria

 

Salute e Guarigione



Pin It on Pinterest

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividilo ora con i tuoi amici!