Sei una persona spirituale? Ecco alcune trappole sul percorso

By on 7-22-2016

Worship and praise

 

Cercando nel tempo di conoscersi e lavorare su se stessi ci si rende conto che è sempre una giostra.
Un gioco ciclico di cui siamo protagonisti in una scala chiamata “spiritualità” o più in modo new age, “risveglio” ecc, scala cosmica che sembriamo percorrere e alcune volte, lo dico per esperienza personale, è una scala su cui si inciampa anche solo per ricordarsi di essere li. E di essere tutto.
Un gioco ciclico in cui ci perdiamo per ritrovarci.
Spesso succede che alcuni di questi gradini rappresentino trappole, che tendono col tempo a mascherare il vero problema interiore convincendoci che siamo sulla giusta strada, siamo spirituali, siamo cambiati ecc, a volte ci si sente perfino migliori degli altri.
Nel corso degli anni mi sono riconosciuto in alcuni dei casi che elenco qui sotto, in ognuno di essi ci rifugiamo per evitare di vedere dentro di noi ciò che già sappiamo; come ho detto è una scala, e pure in salita spesso.
A volte ci sentiamo così ripuliti e così illuminati, così angelici da non renderci conto di quanto siamo nell’ego più profondo, di quanto utilizziamo questa sensazione per credere di aver risolto tutto, di aver sempre ragione, di poterci comportare come vogliamo.
Quando si sale e l’aria che si respira inizia a cambiare, gli sforzi compiuti nell’affrontare se stessi uscendo dalle trappole, ripagano tutto.
Secondo voi chi tra queste due persone è più, per così dire, spirituale?
Una persona seduta a meditare nella posizione del loto o una persona rannicchiata su se stessa a piangere in modo isterico?
Secondo le filosofie e la spiritualità è giusto dire che “vince” la persona che medita, riuscendo così ad essere poiù distaccato ed a suo agio.
Forse non sempre è così.. anche la persona più distaccata nel mondo e più “spiritually correct”.. potrebbe non essere minimamente allineata con se stessa.
Come mai?
Perchè mentiamo a noi stessi.
Una vagonata di frasi spirituali che ripetevo a me stesso non mi hanno aiutato come guardare onestamente nel mio profondo, ferito e vulnerabile.
E soprattutto vale anche il contrario, non è detto che una persona che si senta spirituale non lo sia, qui cerco solo di scrivere a proposito di alcune trappole comuni, alcune delle quali nel tempo mi hanno ingannato.

– DEVO STARE SEMPRE BENE ED ESSERE POSITIVO
ovvero… “Ho Paura di provare dolore”.
Tutti parlano del pensiero positivo e non c’è nulla di sbagliato, anche se la forza del pensiero di sorvolare emozioni e situazioni a noi negative o fastidiose, può essere un grande blocco per la crescita.
Le nostre anime vogliono fare l’esperienza di ogni cosa, anche il dolore, ricollegando tutti i pezzi di noi stessi che abbiamo dissociato (paure, blocchi emotivi, traumi infantili ecc) in modo da poterli riconoscere e trasmutare.
Se li evitiamo e li sopprimiamo subito, non accadrà la trasmutazione.
Ogni dolorosa emozione che nasce, è come un bambino in difficoltà, non va represso.
Ad essere emotivamente onesti con se stessi si guadagna in coraggio, si vive l’emozione la si comprende per evolvere, non la si accantona da qualche parte sperando di dimenticarsene.

– CONVINCO ME STESSO DI ESSERE SEMPRE SULLA STRADA GIUSTA
ovvero… Preferisco vivere nella zona di confort,mi giustifico in modo spirituale per ogni mia azione/decisione e mi convinco di seguire la mia intuizione.
Mai notato quanto vi scaldate per un’opinione in una discussione?
Sia essa in ambito politico, sportivo, per quanto è bella o brutta una cosa o quanto per voi giusta o sbagliata? Certo non significa che per voi debba essere in un modo piuttosto che nell’altro, significa solo che l’autoconvinzione è razionalità, non intuizione, non voce del cuore.
Spesso vogliamo disperatamente qualcosa e siamo disposti a ripeterci di essere sulla strada giusta per paura di affrontarci davvero e scoprire di essere egoisti.
Una volta spezzata l’illusione, si impara che solo noi stessi nel profondo del cuore siamo davvero sinceri. Quente volte vi siete convinti a fare cose per farvi andare bene una decisione o una situazione, nonostante dentro di voi ci fosse qualche sospetto.
Oggi faccio del mio meglio per ascoltare la voce del mio cuore invece di seguire la mente, essere onesti con se stessi garantisce l’onestà verso gli altri, i rapporti falsi si sciolgono e quelli veri si consolidano.
Ricordiamoci che l’onestà verso se stessi porta spesso alla fuoriuscita di una paura o qualche emozione negativa, non reprimiamole bensì conprendiamole.

– MI COMPORTO SPIRITUALMENTE QUINDI SONO UNA PERSONA SPIRITUALE E STO EVOLVENDO
ovvero… Sono spaventato e forse molto confuso.
A volte si tende a credere che per essere spirituali basti comportarcisi.
Segui principi spirituali, pronuncia parole d’amore e comportati come un essere di luce o leggi migliaia di libri e sei automaticamente illuminato. Beh non funziona proprio così.
E lo so perchè ero così anni fa.
Chi segue un lavoro su se stesso, spesso cade nella trappola della comprensione dei concetti spirituali.
IL sapere senza l’essere, non vale nulla. E viceversa.
E bisogna sentire nel cuore.
Si può anche essere maestri nel’attenzione condivisa, eppure se si ha il cuore chiuso non serve a nulla e non si evolve, Occorre calarsi nelle emozion e nella dualità, comprendere e scioglierle.
C’è un motivo dietro ogni emozione ed ogni sentimento e, semplicemente ricordandosi di sè e mettendo il cuore prima di un qualunque comportamento, si può apprendere davvero.

– UTILIZZO METODI E FRASI SPIRITUALI PER BYPASSARE EMOZIONI UMANE
ovvero… Voglio raggiungere il mio obiettivo subito. Faccio attrito e disdegno e svaluto il mio percorso personale. Credo di avere sempre ragione.
Questa cosa mi è appartenuta per un bel po’ di tempo anche se con buone intenzioni.
Quante volte avete ricordato a voi stessi che tutto accade per un motivo? Quando avete il cuore spezzato non è facile.
Quante volte vi siete ripetuti che ogni anima è fatta d’amore credendo quindi di non dover provare rabbia o dolore per un tradimento?
Questo è un problema enorme nella comunità spirituale, la convinzione che la nostra rabbia e il nostro dolore insieme a tutte le emozioni negative, non sono parte dell’evoluzione spirituale come l’amore e la trascendenza.
Siamo diretti verso un superiore stato di coscienza in cui si possono sentire la bellezza e la magia di ogni sfida proposta all’anima, quindi dovremmo considerare ogni emozione come un trampolino di lancio, contenente una preziosa lezione da imparare.
Andate avanti e affrontate tutto!

– MI RIPETO DI AVER TROVATO L’ILLUMINAZIONE E RIFIUTO NUOVE IDEE O PROPOSTE PERCHE’ HO TROVATO LA VERITA’
ovvero… Ho dimenticato che tutto è in evoluzione, anche io, e ho dimenticato che la mia realtà si adatta di attimo in attimo alle esigenze del mio percorso evolutivo.
Ciò di cui abbiamo bisogno nelle fasi della nostra vita è sempre differente. Ciò che ritendo giusto oggi lo riterrò forse sbagliato domani.
Siamo esseri unici con infinite varianti. A volte abbiamo bisogno di impegno e di avere obiettivi saldi, altre volte abbiamo bisogno di abbandonarci al flusso.
A volte sperimentiamo la tenerezza altre volte la fermezza è il metodo giusto.
Il problema nasce se restiamo sintonizzati su un ideale fisso. Questo comportamento ci impedirà di comprendere gli eventi esterni a noi come un riflesso di noi stessi, di avere quindi un riferimento su ciò che sussurrano le nostre emozioni.
Non siamo fatti per vivere sincronizzati e tutti uguali. Non siamo fatti per rifiutare di comprendere e conoscere cosa ci propone la vita.
Siamo fatti per completarci tutti insieme in un grande puzzle di esperienze e ogni attimo accade qualcosa che può farci evolvere, quindi non rifiutate a priori solo perchè questo significherebbe cambiare la vostra vita.

– MI CREDO MOLTO SPIRITUALE E MI RIPETO DI ESSERE UNA BELLA PERSONA MA DIMENTICO DI TRATTARE GLI ALTRI IN MODO SPIRITUALE O COME VORREI ESSERE TRATTATO, E VEDO UN MONDO DISGUSTOSO FALSO E CATTIVO
ovvero… Ho dimenticato che essere spirituali significa annullare la dualità giudizio e crescere in una forma di espressione d’amore del cuore, (non della mente o dell’ombelico).
Non importa se ho e avete letto migliaia di libri, imparato meditazioni e abilità energetiche o spirituali; se tenete l’amore la compassione e lo specchio, chiusi in angolo del cuore, state dimenticando il vostro scopo di vita.
Si vive quindi con la paura di ogni ostacolo possibile sulla via, e si pensa sempre alla necessità di eliminarlo.
Si vive giudicando e dimenticando che gli altri ci fanno vedere a specchio ciò che siamo e facciamo. Il mondo stesso si comporta nello stesso modo.
Inutile quindi lamentarsi dell’esterno, di guerre, di calamità, di un mondo tragico e falso, cattivo. Se vediamo o vedete questo significa che esiste anche in voi una guerra o un conflitto interiore, e in massa lo stiamo reprimento, vedendolo crescere a livello globale nella realtà.
Eliminate invece tutto ciò che vi impedisce di amare e di conoscere voi stessi.
Accogliete paure e blocchi emozionali e risolveteli.
Eliminate ciò che vi fa star male e ciò che attraverso voi fa star male le persone che vi amano. Ciò che vi allontana da voi stessi.
Dimentichiamo a volte che l’amore senza giudizio rappresenta il fondamento spirituale. Certo l’amore puro, quello dato dal cuore non dalla mente e dall’ego, sicuri di saper distingure davvero le due vocine?

– INSEGNO QUANDO STO BENE, E DIMENTICO GLI INSEGNAMENTI QUANDO STO MALE
ovvero… Ho un mare di problemi.
Predicare concetti spirituali può essere molto utile, a seconda di quanto ego abbiamo, a volte serve solo a sentirci saggi e spirituali senza crescere effettivamente.
Certo si può possedere un’enorme saggezza anche si si ha ancora a che fare con problemi personali, anche se non si dovrebbe usare la spiritualità come un distintivo quando gli altri stanno male, per poi rifiutare noi di vivere emozioni negative e comprenderle. Quando è il proprio turno di sentirsi vulnerabili.
Molte persone pensano di dover lottare per rimanere sul trono della zona di confort quando si scuotono le fondamenta, eppure bisognerebbe essere felici perchè la nostra vulnerabilità ci connette tutti.
Se non fossimo così impegnati a dimostrare ad una realtà che non esiste, la nostra invincibilità ed a sopprimere la sensazione di vergogna e paura per ciò che impariamo e sperimentiamo, sarebbe un mondo differente.
Essere trasparenti fa paura, e lo so bene, le persone giuste ti ameranno e quelle sbagliate che cercano solo l’immagine, spariranno.
Spero che queste parole vi aiutino quando hanno aiutato me.
Crescere non è facile, eppure ogni volta che si sale un gradino ci si rende conto che ciò che si è lasciato indietro, è stato perso per ritrovare se stessi.
Date l’esempio e contribuite a togliere i veli di illusione, è nel sentire ciò che abbiamo bisogno di sentire che si cresce, è nella vulnerabilità e nell’apertura, che costruiamo le relazioni più profonde, è nell’essere presenti e autentici nell’intento del non giudizio che ci si crea una realtà che davvero soddisfa.

Finalmente il Primo Master completo di PNL gratuito online

<

Guarda questo video, rifletti e dagli massima condivisione... la gente deve sapere!

............................

Hai già visto il Video Corso Gratuito Completo sulla Legge d'Attrazione, con meditazione finale per invio dell'intenzione?

Dopo il corso guarda anche quest'altro video che dà maggiori dettagli

In questa sezione riportiamo una serie di libri consigliati per la propria crescita personale. Cliccandoci potrai acquistarli direttamente ai prezzi migliori del web.

Risveglio, Fisica Quantistica, Legge d'Attrazione

 

PNL Programmazione Neuro Linguistica

 

Denaro e Mentalità Finanziaria

 

Salute e Guarigione



Pin It on Pinterest

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividilo ora con i tuoi amici!