L’INFARTO non è causato dai grassi saturi e dal colesterolo, ma…

By on 11-03-2018

Infarto-antinfiammatori

“Noi medici con tutti i nostri studi, conoscenze e autorevolezza spesso sviluppiamo un ego ipertrofico che ci impedisce di ammettere di esserci sbagliati. Bene, eccomi qua, io ammetto di essermi sbagliato.”
Il dottor Dwight Lundell è un cardiochirurgo americano di fama mondiale e ha eseguito più di 5.000 interventi a cuore aperto negli ultimi 25 anni di carriere. È stato primario chirurgo al Barner heart Hospital ( Mesa, Arizona ). Ha avuto il coraggio di distanziarsi dai pareri ufficiali che affermano che i grassi saturi e il colesterolo siano le cause dell’infarto . Egli scoprì , dopo numerosi e approfonditi studi affiancato dai suoi colleghi ,qualche anno fa che la causa delle malattie cardiovascolari è in verità l’infiammazione delle pareti arteriose e ciò condurrà a un cambiamento paradigmatico nella cura e prevenzione di queste malattie.
Le campagne dietetiche ufficiali per la prevenzione delle malattie cardiovascolari hanno creato un’epidemia di diabete e di obesità le cui conseguenze faranno sembrare ridicole tutte le epidemie precedenti e i costi collegati a ciò in termini di sofferenza umana e di soldi. Le statistiche del ‘AHA (American Heart Association) riportano che 75 milioni di americani sono affetti da una malattia cardiovascolare , 20 milioni affetti da diabete e 57 milioni da uno stato pre-diabete e la maggior parte di queste patologie stanno interessando anche i giovani.
In poche parole è lo stato d’infiammazione nel corpo che causa tutto ciò poiché se non ci fosse il colesterolo non avrebbe la possibilità di accumularsi nelle arterie e poi causare l’infarto e l’ictus. Senza infiammazione, il colesterolo se ne andrebbe in giro per il corpo senza far danni, così come è previsto dalla natura. Il processo infiammatorio non è nulla di complicato anzi è il naturale processo attraverso cui l’organismo umano si difende dai vari batteri, virus,tossine.

Se ci esponiamo cronicamente a tossine o ad alimenti che il nostro organismo non è in grado di processare, si installa una pericolosa condizione di infiammazione cronica. L’infiammazione cronica è tanto dannosa quanto benefica è quella acuta. Infatti l’infiammazione cronica è la via per le malattie cardiovascolari, obesità e ictus.

I danni da infiammazione delle nostre arterie sono causati dalla dieta povera di grassi.
Detto ciò ,quali sono le cause dell’infiammazione cronica ? In primis un sovraccarico di zuccheri , carboidrati raffinati e un consumo eccessivo di oli vegetali ricchi di omega-6 come soia, mais e girasole purtroppo tutti cibi che giornalmente compriamo nei supermercati e che l’industria alimentare produce. Quando si consuma giornalmente cibi a base di zuccheri semplici, la glicemia si alza rapidamente.

Conseguentemente il pancreas secerne insulina ,la cui funzione primaria, è quella di allontanare lo zucchero dal torrente sanguigno e portarlo in ogni singola cellula dove viene immagazzinato per scopi energetici. Se la cellula è già piena, lo zucchero si accumula nel sangue e questo causa una continua produzione di insulina che trasforma lo zucchero in grasso. Inoltre, l’eccesso di zucchero si lega a diversi tipi di proteine che a loro volta danneggiano le pareti dei vasi. Questi ripetuti insulti danno il via ad un processo di infiammazione cronica. Consumare zucchero e cibi dolci diverse volte al giorno è come buttare nel sangue della carta vetrata.

E tutto questo il dottor Lundell l’ha potuto verificare nei suoi 5000 pazienti che avevano tutti come fattore comune l’infiammazione nelle loro arterie. All’infiammazione, si aggiunge il sovrappeso o addirittura l’obesità, di cui molte persone oggi soffrono. Le cellule adipose dei tessuti grassi riversano nel sangue una grande quantità di mediatori dell’infiammazione che peggiorano i danni a livello dei tessuti. Inoltre aumenta il rischio di patologie come l’alzhaimer, il diabete e l’ipertensione.
Quindi maggiore è il consumo di prodotti processati dalle industrie alimentari e maggiore è l’infiammazione dell’organismo, che non si è certamente evoluto in milioni di anni con questi alimenti e non è certo in grado di processare queste quantità di zuccheri e omega-6.
C’è solo un modo per ridurre l’infiammazione ed è quello di ritornare a consumare alimenti nel loro stato naturale o non trattati industrialmente dall’uomo. In conclusione riportando le parole del dottor Lundell “Non c’è nulla di scientifico quando vi dicono che i grassi saturi sono la causa delle malattie cardiovascolari. Il colesterolo non è la causa dell’infarto, né lo sono i grassi saturi.

La teoria che lega il colesterolo alle malattie cardiovascolari ha portato a raccomandare diete povere di grassi e alla produzione di un mucchio di cibi che oggi stanno causando un’epidemia di infiammazione. La medicina moderna ha fatto un terribile errore quando ha cominciato a consigliare alla gente di evitare i grassi saturi a favore di oli ricchi di omega-6. Adesso abbiamo un’epidemia di infiammazione delle arterie che causa malattie cardiovascolari e altre subdole patologie.”

………………………….
Guarda il video che spiega come la malattia può essere la tua migliore alleata

Finalmente il Primo Master completo di PNL gratuito online

<

Guarda questo video, rifletti e dagli massima condivisione... la gente deve sapere!

............................

Hai già visto il Video Corso Gratuito Completo sulla Legge d'Attrazione, con meditazione finale per invio dell'intenzione?

Dopo il corso guarda anche quest'altro video che dà maggiori dettagli

In questa sezione riportiamo una serie di libri consigliati per la propria crescita personale. Cliccandoci potrai acquistarli direttamente ai prezzi migliori del web.

Risveglio, Fisica Quantistica, Legge d'Attrazione

 

PNL Programmazione Neuro Linguistica

 

Denaro e Mentalità Finanziaria

 

Salute e Guarigione



Submit a Comment

Pin It on Pinterest

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividilo ora con i tuoi amici!