Ecatombe di elefanti nelle foreste dell’Africa

By on 9-23-2016

el1

Un elefante giace morto nelle praterie del Parco Nazionale Zakouma in Chad dopo che i bracconieri hanno sparato al branco per impossessarsi del loro avorio.

Una nuova ricerca mostra che i bracconieri stanno uccidendo l’8% degli elefanti della savana all’anno, mentre il numero degli elefanti della foresta è sceso del 62% dal 2002.

Durante l’ultima settimana di agosto di quest’anno, i corpi di almeno 26 elefanti tagliati a pezzi sono stati scoperti nell’estremamente protetto Parco Nazionale Chobe del Botswana, il più grande e brutale evento di bracconaggio che il parco abbia mai visto.

Questo scioccante massacro è solo l’ultimo episodio dell’emergenza bracconaggio che ha devastato le popolazioni di entrambe le specie di elefanti africani. Nuovi dati pubblicati il 31 agosto di quest’anno rivelano che i bracconieri hanno ucciso il 30% degli elefanti della savana dell’Africa tra il 2007 e il 2014, circa 144.000 esemplari, e che il loro numero sta continuando a diminuire di un ulteriore 8% l’anno.

Intanto, un ulteriore studio ha scoperto che la seconda specie di pachidermi, gli elefanti africani delle foreste, che hanno perso il 62% della loro popolazione tra il 2002 e il 2011, richiederanno almeno un secolo per ristabilirsi, perchè si riproducono molto più lentamente di quanto si pensasse. Gli scienziati stimano che attualmente rimangono meno di 100.000 esemplari di elefanti delle foreste.

Il numero degli elefanti della savana è il risultato di una ricognizione aerea di 18 nazioni svolta in 3 anni e condotta dal Great Elephant Census, finanziato dal co-fondatore di Microsoft Paul G. Allen e la sua famiglia. Il censimento stima che ora rimangono circa 352.000 elefanti della savana, rispetto agli 1,3 milioni nel 1979.

el2

“Essendo venuti a conoscenza del drammatico declino della popolazione di elefanti, noi tutti condividiamo una responsabilità collettiva di agire, e dobbiamo, inoltre, lavorare insieme per garantire la conservazione di questa specie iconica.” Ha detto Allen in un comunicato stampa.

Benché il censimento ha rilevato che l’84% degli elefanti della savana vivono all’interno di aree ufficialmente protette, ha anche portato alla luce che queste aree in realtà offrono ben poca protezione e che le carcasse degli elefanti spesso vengono trovate proprio nei parchi nazionali e in altre aree apparentemente sicure.

“Il Great Elephant Census è stata una straordinaria impresa congiunta di scienza e tecnologia per la salvaguardia della fauna selvatica”, ha detto Tanya Sanerib, un’avvocato di alto livello, al Center for Biological Diversity (Centro per la Biodiversità), la quale ha avviato una petizione per ascrivere entrambe le specie di elefanti a rischio di estinzione allo United States Endangered Species Act.
“Purtroppo, i risultati rivelano che le popolazioni di elefanti stanno diminuendo ad un ritmo impressionante, più gravemente di quanto pensassimo. I dati ora dimostrano chiaramente che se non agiamo subito per fermare il bracconaggio, non chiudiamo subito i mercati d’avorio e non estendiamo le più severe protezioni per entrambe le specie di elefanti della savana e della foresta, perderemo queste creature per sempre.”

L’emergenza bracconaggio ha colpito gli elefanti delle foreste, che è stata da poco riconosciuta come una specie a parte, in modo molto grave. Una nuova ricerca sulle loro caratteristiche demografiche rivela che gli esemplari femmina degli elefanti delle foreste in genere non si riproducono fino a circa 23 anni e mettono al mondo cuccioli solo una volta ogni 5 o 6 anni. Gli elefanti della savana, invece, iniziano a riprodursi all’età di 12 anni e danno alla luce cuccioli anche ogni tre anni.

“Tutto ciò è peggio di quel che pensassimo.” Ha riferito George Wittemyer, presidente del comitato scientifico del Save the Elephants e professore di conservazione della fauna selvatica presso la Colorado State University. “Non ci siamo mai accorti fino ad ora di quanto questi animali siano sensibili. Eravamo già più che preoccupati per gli elefanti delle foreste, ma questo ci toglie la terra da sotto i piedi”.

Wittemyer ha aggiunto che gli elefanti della foresta vivono in regioni che limitano fortemente la loro capacità di recupero da eventi di bracconaggio. Anche se sono circondati da alberi, la maggior parte del cibo che questi producono vengono consumati dagli uccelli, dalle scimmie e da altre creature arboree, lasciando ben poco per quelle terrestri, come gli elefanti. “Agli animali di terra rimane il cibo di ultima scelta”.

Entrambi gli studi verranno presi in esame nelle prossime settimane nel Congresso Mondiale per la Conservazione tenuto dall’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura nelle Hawaii e nell’annuale Convegno sul Commercio Internazionale delle Specie in via di Estinzione a fine settembre a Johannesburg.

Questo secondo incontro è forse il più importante dei due, dove la Namibia e lo Zimbabwe hanno proposto di ristabilire il commercio legale limitato di avorio, che era stato proibito nel 1989. Entrambi i paesi sostengono che le loro popolazioni di elefanti sono abbastanza in salute per poter sostenere il commercio legale dell’avorio (il Great Elephant Census contava circa 82.000 elefanti nello Zimbabwe, un calo complessivo del 6%, ma ha raggiunto cali del 74% in un’unica regione. Non ci sono sondaggi per gli elefanti della Namibia).

Wittemyer sostiene che la legalizzazione del commercio legale dell’avorio sarebbe un errore. “Abbiamo bisogno di mettere da parte il dibattito sul commercio dell’avorio fino a quando non affrontiamo i problemi derivanti dal bracconaggio in tutta l’Africa”. Ha aggiunto che i due nuovi studi dovrebbero aiutare a mitigare il dibattito sulla legalizzazione. “La miglior informazione scientifica è ora sul tavolo” dice, “Questo dovrebbe portare ad una miglior comprensione dei problemi che gli elefanti si trovano ad affrontare”.

 

Fonte: http://truththeory.com/2016/09/07/africa-has-lost-a-third-of-its-elephants-in-just-7-years/

Finalmente il Primo Master completo di PNL gratuito online

<

Guarda questo video, rifletti e dagli massima condivisione... la gente deve sapere!

............................

Hai già visto il Video Corso Gratuito Completo sulla Legge d'Attrazione, con meditazione finale per invio dell'intenzione?

Dopo il corso guarda anche quest'altro video che dà maggiori dettagli

In questa sezione riportiamo una serie di libri consigliati per la propria crescita personale. Cliccandoci potrai acquistarli direttamente ai prezzi migliori del web.

Risveglio, Fisica Quantistica, Legge d'Attrazione

 

PNL Programmazione Neuro Linguistica

 

Denaro e Mentalità Finanziaria

 

Salute e Guarigione



Pin It on Pinterest

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividilo ora con i tuoi amici!