Sulla vera intelligenza…

By on 10-09-2016

parti-cervello

 

La bontà e le buone azioni sono sinonimo di intelligenza. E’ luogo comune credere che le persone buone sono poco furbe, ingenue, insomma…fesse, quindi non troppo intelligenti. Le persone così, invece, hanno semplicemente capito che ad una determinata azione corrisponde sempre un’adeguata conseguenza e che quindi inevitabilmente ad una azione negativa corrisponderà, prima o poi, una conseguenza parimenti negativa, se non esponenzialmente negativa e lo stesso vale, naturalmente, se l’azione è positiva.

In effetti tutte le menti eccelse sono persone buone e con buone intenzioni.
Più sono geniali, più sono buone e più sono buone, più sono geniali. Inoltre l’Amore è più forte dell’Odio.. E questo non banalmente perché così è più romantico, ma molto razionalmente per il semplice motivo che l’Amore, a differenza dell’Odio, non ha bisogno di alcun motivo per esistere, vive e si nutre di se stesso.

Per odiare qualcuno abbiamo bisogno di un motivo che ci istiga, ma non abbiamo bisogno di alcun motivo per amare il nostro compagno, i nostri figli e familiari, o i nostri amici. L’Odio inoltre, tende ad essere “settoriale”, porta spesso all’astio non verso l’individuo, ma verso una categoria di persone; basti pensare all’odio fra israeliani e palestinesi, al razzismo, al classismo ecc. L’Amore è individuale, si fonda sull’affetto e la comprensione del singolo, infatti ci ritroviamo spesso ad amare, per motivi diversi, persone molto diverse fra loro. L’Odio, al contrario
dell’Amore, è cieco e stupido, e proprio per questo è stato e viene usato dagli uomini di potere sulle folle: perché le rende cieche e stupide, ovvero manovrabili.

connessione-cuore

L’Amore  funziona esattamente nel modo opposto: non distrugge, ma costruisce e a differenza di quello che piace credere alle persone aride, apre gli occhi e la mente. Esercitarsi ad amare significa esercitarsi a comprendere e rispettare una testa diversa dalla tua, un mondo diverso dal tuo, e questo porta a sviluppare la propria intelligenza e la propria cultura, porta ad allargare le nostre vedute attraverso infiniti punti di vista e a sviluppare la nostra sensibilità e capacità di comprensione verso la variegata realtà che ci circonda. In buona sostanza, a differenza di quello che vorrebbero farci credere, l’Amore ci vede benissimo, perché vede al di là delle apparenze ed è molto intelligente, perché in grado di comprendere, rispettare ed apprezzare realtà aliene alla sua.
Fateci caso: i cosiddetti “geni del Male” si rivelano spesso molto ottusi, cerebralmente limitati e molto spesso segnati da malattie mentali e relazionali: il primo che mi viene in mente è Hitler.
Al contrario, gli uomini di grande intelligenza, non solo condannano senza riserve la cultura dell’Odio e della Guerra, ma alcuni di loro si sono rifiutati di continuare a collaborare a certi progetti, dopo aver capito le intenzioni di chi li aveva commissionati.

Certi uomini vogliono il potere perché è l’unico mezzo che hanno per convincere, o meglio costringere, uomini molto più intelligenti di loro, a fare ciò che essi vogliono: usano il potere per costringere i migliori scienziati a costruire armi sempre più potenti ed efficaci, ma proprio perché molto intelligenti, spesso i grandi scienziati preferiscono rischiare la vita, pur di partecipare a progetti tanto stupidi. Distruttivi, e quindi necessariamente stupidi. Perché l’Odio e il Male, in fondo, sono l’apoteosi della stupidità. Lo disse un grande scienziato parlando di armamento nucleare per la terza guerra mondiale: “non so come si farà la terza guerra mondiale, ma forse la quarta si farà con i sassi e qualche bastone”.

Chi si è rifiuto- di contribuire a realizzare la bomba atomica, nonostante avesse avuto l’intelligenza
di idearla, lo ha fatto per il semplice motivo di aver capito preventivamente che la sua realizzazione avrebbe avuto conseguenze disastrose e si è quindi rifiutato di parteciparvi. In base a queste considerazioni è inevitabile concludere che “persone” come Hitler e Stalin sono emeriti imbecilli e in effetti entrambi hanno portato loro stessi, i loro cari ed i propri rispettivi paesi allo sfascio sprofondandoli negli anni più bui della loro storia, per il solo fatto di non aver avuto l’intelligenza di comprendere le terribili conseguenze delle loro deplorevoli azioni. Questo, alla fine, è tutto quello che c’è da sapere…in teoria.
In pratica c’è sempre chi, in nome della cultura, della politica, dell’economia internazionale, della religione e/o altro, ma in realtà sempre e solo per soldi, continua a sostenere che “i compromessi per la causa” sono inevitabili. Ma la Verità è molto più semplice: se la causa prevede delle cattive azioni non è una buona causa e non saranno buone nemmeno le sue conseguenze, poiché mezzo e fine sono in realtà la stessa cosa… e l’ultima guerra ne è sempre l’ultima prova. Il vero motivo del perché ci sono sempre meno persone buone è perché la struttura dell’attuale società tende sempre di più a sopire l’attività cerebrale dell’emisfero destro emozionale e creativo, che invece è altrettanto indispensabile quanto quello sinistro e razionale, che da solo non potrà che essere limitato almeno del 50%… se non ben di più vista la natura appunto creativa di quello destro.
Il motivo per cui è meglio essere buoni non è perché ci si assicura un posto in paradiso, ma semplicemente perché più buone azioni riusciremo a compiere più avremo buone conseguenze, per noi e per chi proseguirà il nostro operato.
La religione non c’entra, è solo un modo spiccio per non dover spiegare qualcosa meglio e più nello specifico, come si fa con i bambini. Sbagliando, ovviamente, perché se gli dessimo spiegazioni più convincenti, visto che sono semplicemente dei bambini e non degli stupidi, forse ci darebbero più retta!
Il motivo per cui ad esempio in un matrimonio, o più in generale in una relazione, ciò che veramente conta è l’amore, è semplicemente perché senza di esso le due persone non potranno mai comprendere ed accettare totalmente l’altro; col tempo, senza amore, potranno solo arrivare a non tollerarsi più. Se ci sarà amore invece, anche i difetti ci staranno simpatici, ci faranno tenerezza e ci faranno capire che essi sono solo l’altra faccia della medaglia dei pregi di quella persona, gli stessi che ci hanno fatto innamorare, quindi ameremo anche i difetti, per il semplice motivo che una rosa è bella anche grazie alle sue spine.

Non è romanticismo, è pura scienza. E il motivo per cui conviene essere buoni non ha a che vedere né col romanticismo né con la religione, conviene essere più buoni che si può per il semplice motivo che a data causa corrisponde un dato effetto e anche questa è pura scienza.

Un Buon risveglio a tutti! Maria Caterina Rappoccio

Finalmente il Primo Master completo di PNL gratuito online

<

Guarda questo video, rifletti e dagli massima condivisione... la gente deve sapere!

............................

Hai già visto il Video Corso Gratuito Completo sulla Legge d'Attrazione, con meditazione finale per invio dell'intenzione?

Dopo il corso guarda anche quest'altro video che dà maggiori dettagli

In questa sezione riportiamo una serie di libri consigliati per la propria crescita personale. Cliccandoci potrai acquistarli direttamente ai prezzi migliori del web.

Risveglio, Fisica Quantistica, Legge d'Attrazione

 

PNL Programmazione Neuro Linguistica

 

Denaro e Mentalità Finanziaria

 

Salute e Guarigione



Pin It on Pinterest

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividilo ora con i tuoi amici!