Le 7 ragioni per le quali legalizzare la marijuana

By on 3-18-2015

marjiuana

Negli USA, gli stati del Colorado, Alaska, Oregon e  Washington State hanno riconosciuto i benefici della pianta incontrovertibilmente oggetto di numerosissime discussioni politiche e sociali degli ultimi tempi. I temi a sostegno del proibizionismo legato alla cannabis sono prevalentemente incentrati sulla qualificazione della pianta quale “droga leggera”: questa concezione, si presume, nacque nel periodo di sorpasso dell’agricoltura da parte dell’industrializzazione. Gli anti-proibizionisti sostengono che dietro tale boicottaggio della marijuana vi fossero interessi economici degli industriali, che condussero a renderla illegale.

Certo è che questa pianta sia potenzialmente utilizzabile in diversi campi, e per questa ragione analizzeremo adesso alcune buone ragioni sulla base delle quali la canapa andrebbe legalizzata.

1.   Non crea dipendenza.   Non è scientificamente provato che possa creare dipendenza, e la sua stessa qualifica quale “droga leggera” lo conferma: si definiscono così le sostanze con effetto psico-attivo che non sono in grado di creare dipendenza nell’organismo umano, nel senso medico del termine.

2. Non fa male alla salute.   E’ ipotizzato il suo utilizzo nella cura e terapia in caso di patologie quali cancro, AIDS, SLA, glaucoma, epatite C, neoplasia, sclerosi multipla, morbi di Parkinson, Alzheimer, Crohn, e molte altre malattie. Nel caso di utilizzo al fine di alleviare i dolori causati da queste patologie, la cannabis produrrebbe gli stessi effetti dei farmaci attualmente utilizzati a tale scopo, senza però produrre effetti collaterali (essendo di origine vegetale e non chimica).

Molti medici-oncologi del calibro di Umberto Veronesi, confermano e sostengono il suo potenziale effetto benefico, se utilizzata in medicina.

3. Creerebbe introiti per lo Stato.   Da un computo sulla diffusione ed utilizzo di cannabis tra la popolazione, è emerso che l’Italia ricopre il secondo posto nel Mondo. Ciò significa che se diventasse legale, e regolamentata dallo Stato al pari di tabacco e alcool, si stima che solo di imposte sulle vendite si avrebbero ingressi economici tra i 7 e i 10 miliardi di euro! Ciò, se solo fosse voluto, potrebbe essere lo spunto per una riduzione della pressione fiscale e la rampa di lancio per riattivare la condizione economica dell’intero Stato Italiano. Se solo si volesse…

4. Si avrebbe una riduzione delle spese statali. La legge italiana attualmente non distingue tra droghe leggere e pesanti. Con la legalizzazione della cannabis, migliaia di persone condannate per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti, otterrebbero la libertà, se queste condotte fossero state poste in essere limitatamente alle droghe leggere.  In tal caso l’amministrazione carceraria risparmierebbe circa un milione di euro AL GIORNO (di denaro pubblico), per non contare il risparmio derivante dall’eliminazione di migliaia di spese processuali.

5. E le  mafie?   Non è un segreto che, ormai, dietro alla produzione, raffinazione e spaccio delle droghe (di qualunque tipo) ci siano le mafie.  La legalizzazione della canapa sottrarrebbe dalle casse di queste, milioni e milioni di euro all’anno, semplicemente appropriandosi della fetta di mercato ricoperta dalla marijuana.

6. Utilità, al di là dello scopo ricreativo.  Dalla lavorazione di semi, foglie e fiori della canapa si possono ricavare arredi per la casa, cordami, tele per dipinti, calzature, abbigliamento e accessori, cosmetici, detersivi, vernici, un olio alimentare (molto digeribile), cellulosa per creare cartoni, imballaggi e carta, tra cui anche le carte speciali quali quelle utilizzate per la carta moneta e per i titoli di stato (essendo molto lavorabile e resistente), e molto altro ancora.

7. Carburante.   Dalla pianta della canapa, è possibile ricavare anche un bio-diesel. Questo non occorre neanche commentarlo, considerando gli interessi e il potere dei petrolieri.

Infine, alla stregua dell’analisi dei punti descritti, non è difficile stimare quante opportunità di lavoro fornirebbe a milioni di giovani e di padri di famiglia, che a causa di questa crisi economica (indotta o meno che sia) hanno perso il posto di lavoro e/o  non riescono a trovarne uno. Sicuramente la disoccupazione subirebbe un calo percentuale.

Sembrano, a questo punto, tanto più chiare le ragioni per le quali la legalizzazione della cannabis sarebbe un beneficio per l’intera Nazione che, forse, proprio a causa di ciò, si palesano le ragioni per le quali, per i Poteri Forti, sia auspicabile che tale trapasso non avvenga. La storia ci insegna che il proibizionismo ha un’utilità effimera, eppure tali insegnamenti vengono surclassati dagli interessi economici di pochi. mi chiedo e vi chiedo quindi: che non sia, nonostante l’interesse dei molti, più redditizio il proibizionismo, ai pochi?

 

 

………………

Vuoi iniziare anche tu un percorso di cambiamento e di risveglio? Vuoi scoprire tutte le bugie ed illusioni che ti stanno nascondendo e non ti permettono ancora di vivere una vita sana e felice? Guarda il VIDEO LIBRO GRATUITO più scaricato del web

saltoquantico Daniele Penna

Finalmente il Primo Master completo di PNL gratuito online

<

Guarda questo video, rifletti e dagli massima condivisione... la gente deve sapere!

............................

Hai già visto il Video Corso Gratuito Completo sulla Legge d'Attrazione, con meditazione finale per invio dell'intenzione?

Dopo il corso guarda anche quest'altro video che dà maggiori dettagli

In questa sezione riportiamo una serie di libri consigliati per la propria crescita personale. Cliccandoci potrai acquistarli direttamente ai prezzi migliori del web.

Risveglio, Fisica Quantistica, Legge d'Attrazione

 

PNL Programmazione Neuro Linguistica

 

Denaro e Mentalità Finanziaria

 

Salute e Guarigione



Pin It on Pinterest

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividilo ora con i tuoi amici!